Sistemi di Accumulo

Le recenti evoluzioni dei sistemi di incentivazione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili, unitamente al continuo aumento dei prezzi dell’energia portano a considerare l’autoconsumo un’esigenza sempre più irrinunciabile.

Gli impianti fotovoltaici hanno un picco di produzione di energia nelle ore centrali della giornata, ma la maggior parte delle persone tende ad utilizzarla soprattutto la mattina e la sera. Ne risulta che, quando l’energia solare viene prodotta, è direttamente ceduta alla rete e gli utenti sono obbligati ad acquistare energia dalla stessa rete quando gli elettrodomestici e gli altri apparecchi elettrici vengono maggiormente adoperati.

Per ottimizzare l’autoconsumo di energia  si possono modificare le proprie abitudini di utilizzo degli elettrodomestici spostandole nei momenti di maggiore produzione solare. Una soluzione alternativa, che non comporta disagi per il consumatore ma ne garantisce il comfort, consiste nell’accumulare l’energia in batterie per un utilizzo differito.





Le soluzioni più innovative oggi sul mercato integrano in un singolo apparecchio un inverter, un sistema di gestione della batteria e uno strumento di monitoraggio online, consentendo di sfruttare al massimo l’energia solare generata dal proprio impianto fotovoltaico. È in tal modo possibile decidere se:
  • utilizzare direttamente l’energia prodotta
  • immagazzinarla in batterie per un uso differito
  • cederla alla rete

Secondo i più recenti studi, l’utente può incrementare la quota di autoconsumo fino al 70%, abbattendo il costo delle bollette e mettendosi al riparo dai continui aumenti dei prezzi energetici. Così facendo si contribuisce ad un più rapido rientro dell’investimento iniziale, anche grazie alle detrazioni fiscali.

Un ulteriore vantaggio deisistemi di accumulo è la loro capacità di erogare l’energia di riserva in caso di mancanza di corrente dalla rete, assicurando così una maggiore indipendenza dalla rete elettrica.