Domotica

La domotica è la disciplina che studia le tecnologie volte a migliorare la qualità della vita negli edifici fornendo ad apparecchiature ed impianti la capacità di svolgere funzioni autonome o programmate dall'utente secondo reazioni a parametri ambientali.

Le interfacce del sistema domotico consentono all’utente di superare i limiti degli impianti tradizionali - non in grado di interagire tra loro né gestibili da un'unità centrali - inviando comandi e ricevendo informazioni dal sistema di controllo connesso ai diversi componenti. Questi possono avere ruoli molto differenti tra loro: esecuzione di specifici comandi impartiti dall'utente, monitoraggio di condizioni ambientali e consumi energetici, gestione di regolazioni e carichi e generazione di segnalazioni. L’utente riceve feedback immediato all’azionamento di qualsiasi comando a garanzia del totale controllo dello stato del sistema, anche da remoto.

La domotica incrementa inoltre prestazioni e potenzialità degli impianti, ottimizzando i consumi energetici e garantendo il totale controllo dell’ambiente, a tutto vantaggio della sicurezza e del confort. 

L’applicazione della domotica all’abitazione consente di ottenere una casa intelligente a tutti gli effetti, attraverso una sinergia di sistemi in grado di dialogare tra loro e verso l’esterno. L'utilizzo della domotica può essere esteso anche al residenziale di grandi dimensioni, all’edilizia commerciale, ricettiva, scolastica e sanitaria e al terziario in generale. In questi casi si parla di building automation: la creazione di ambienti in cui impianti di illuminazione, riscaldamento e sicurezza e le reti informatiche e di comunicazione sono integrati in un unico sistema, al fine semplificarne ed ottimizzarne controllo e gestione.

Queste soluzioni di agevole utilizzo, affidabili e sicure consentono di valorizzare gli edifici e sono inoltre facilmente integrabili in momenti successivi a seconda di eventuali nuove necessità. È possibile programmare i dispositivi in modo che svolgano funzioni differenti, tutte gestibili da remoto con qualsiasi dispositivo che abbia accesso ad internet ed in modo semplice grazie ad interfacce intuitive.
Il funzionamento del sistema domotico è basato su di un cavo di segnale che collega tra loro i dispositivi intelligenti; questo cavo ha la doppia funzione di portare la tensione di alimentazione e trasportare le informazioni tra un componente e l’altro. Sono necessari tre tipi di componenti per l’automatizzazione delle operazioni attraverso la domotica:
  • Ingressi che rilevano situazioni (interruttori tradizionali dotati di interfaccia per la domotica o sensori automatici)
  • Mezzo di trasmissione delle informazioni (cavo BUS)
  • Attuatori (uscite) che eseguano le operazioni in conseguenza alla comunicazione ricevuta, connessi sia alla linea di segnale che a quella di potenza per l’alimentazione dei carichi

Nel sistema BUS il collegamento tra sensori, dispositivi di comando e attuatori che pilotano le istanze elettriche avviene tramite una linea dedicata, separata dalla linea di potenza. Tale sistema, a differenza dell’impianto elettrico tradizionale in cui per ciascuna funzione è richiesto un circuito dedicato, si caratterizza per l'associazione di tipo funzionale tra i suoi elementi. Infatti, nel sistema BUS viene utilizzata una linea comune finalizzata allo cambio di informazioni, mentre la linea di potenza è collegata unicamente ai carichi.
Questa caratteristica si riflette sulla semplicità e sulla flessibilità della struttura, che rende possibili successive modifiche senza interventi sui collegamenti elettrici, ma semplicemente modificando il software dei dispositivi interessati. Inoltre, con tale sistema è possibile implementare comandi di gruppi dedicati, come l'accensione/spegnimento contemporaneo di più dispositivi o la creazione di scenari.